il gruppo editoriale

Non è importante urlare
ma lasciare tracce

È tutt’altro che facile diventare editori in un panorama chiuso alla lettura e alle nuove esperienze editoriali, dove accanto all’oligarchia dei grandi gruppi esiste una pletora di piccole case editrici abituate troppo spesso a confondere il lavoro tipografico con quello editoriale, a tal punto da dar vita alla nuova categoria di editoria a pagamento.
Quello dell’editoria è un mondo complesso e chiuso, in cui la professionalità non sempre si coniuga con la commerciabilità, ed in cui costruire prodotti di qualità diventa sempre più difficile ed opinabile. Forse per questo abbiamo resistito finché abbiamo potuto, ma alla fine ci siamo decisi, nell’estate 2011, a fondare sabbiarossa ED.

SRed logomaxiCiascuno di noi arriva da un’esperienza indiretta con il mondo dell’editoria. Ciascuno di noi coltiva la ferma volontà di sovvertire le regole ingessate di un settore che ci piace sempre meno. Ciascuno di noi ha un incarico preciso, ma amiamo lavorare in gruppo e sostituirci costantemente nei ruoli: quella di editori è per noi, innanzitutto, una sperimentazione, un impegno di squadra per portare a regime il nostro progetto. Ed un’urgenza che si fa casa editrice. Eccoci, in pillole.

Paola Bottero, giornalista, esperta di comunicazione pubblica e strategica, narratrice, ora anche editrice, è piemontese di origine, romana per scelta, calabrese d’adozione. In sabbiarossa ED si occupa prevalentemente di relazioni pubbliche e comunicazione. È direttore delle collane TRACCE e CONCAVI&CONVESSI.
Alessandro Russo, giornalista, scrittore ed editore, reggino, ha lasciato il gradino più alto de il Quotidiano della Calabria, in cui era caporedattore centrale, per dirigere sciroccoNEWSorgano di informazione on line di sabbiarossa ED, e per dare una forte impronta alle scelte di contenuti editoriali. È direttore della collana RIFLESSIONI.
Viviana Viola, archeologa ed editor napoletana, ha iniziato come la sua esperienza professionale le ha suggerito: da archeologa, coperta di polvere e carte, a editor purissima. La passione per la lettura e per i granelli di sabbiarossa ED l’ha costretta ad impegnarsi in modo ancora più forte sulla nuova collana di e-book, E-RE(A)D, di cui è direttore nel senso più ampio possibile. Esattamente come succede per la nuova collana RACCONTInTASCA.
Caterina Luciano, artista piemontese, esperta di restauro di libri antichi, negli ultimi anni ha sviluppato la propria esperienza anche nel mondo dell’editoria. Crea le opere d’arte originali su cui sono impostate le cover di ogni uscita. Angela Potente, cosentina, editor ed esperta di tecniche editoriali, è direttore della collana STORIE. 

L’attività di editing e di valutazione dei testi per la scelta delle uscite è curata anche da Doriana Righini, catanzarese archeologa ed esperta di tematiche femminili, due esperienze in sabbiarossa ED come editor, che si occupa anche della collana GENEALOGIE, di cui è direttrice del comitato scientifico e autrice. E ancora: Vittoria Morante, editor toscana, Gabriel J. Greco, economista e storico “espatriato” dalla Calabria, direttore della collana IMPRONTE, Chicco Manfredi, editor e traduttore milanese, Marcella Proust, pseudonimo di una scrittrice ed editor emiliana.
Nel tempo si sono aggiunti tanti altri coltivatori di granelli. Che sono gli autori, ma anche le nuove risorse di sabbiarossa ED. Come Marisa Larosa, lettrice accanita fondatrice di Leggendo tra le righe, che si occupa non sol odi letture, ma anche di commerciale. I granelli della nuova collana RACCONTInTASCA sono vestiti, per le cover, dall’arte fotografica di Raffaele Montepaone.
Completano la squadra i due grafici editoriali, Claudio Toscano, romano, che è anche art director, e Roberto Marino, milanese. Infine Bepi Macciocchi, regista ed esperto di videoediting, si occupa dei nostri booktrailer.

Coadiuvano l’attività di sabbiarossa ED anche alcuni collaboratori di sciroccoNEWS, che si occupano dell’attività di ufficio stampa, dell’organizzazione di eventi e presentazioni, dell’implementazione ed aggiornamento, oltre che del sito, dei blog dedicati ad ogni singolo titolo del nostro catalogo.
Crediamo che l’attività editoriale intorno a un libro non termini con la stampa, ma inizi proprio quando il granello esce dalla tipografia. Tutta la cura che dedichiamo nella lavorazione di ogni titolo continua ad essere il nostro modo di amare ogni singola pubblicazione, seguendola passo passo nella giungla dell’editoria che ci aspetta fuori, nel variopinto e confuso mondo delle librerie, delle fiere, dei premi letterari.

Crediamo che sia indispensabile creare nuovi granelli di sabbia per affidarli al vento.

“Qualche volta è accaduto che un granello di sabbia sollevato dal vento abbia fermato una macchina. Anche se ci fosse un miliardesimo di miliardesimo di probabilità che il granello, sollevato dal vento, vada a finire nel più delicato degli ingranaggi per arrestarne il movimento, la macchina che stiamo costruendo è troppo mostruosa perché non valga la pena di sfidare il destino”.

Norberto Bobbio

Ho sempre amato il deserto. Ci si siede su una duna di sabbia. Non si vede nulla. Non si sente nulla. E tuttavia qualche cosa risplende in silenzio.

Antoine de Saint-Exupéry

Quel qualcosa che risplende nel silenzio è una parola, un’emozione.
Per noi è un libro. Parole scritte, riflessioni, inchiostro su carta: pagine nelle quali l’autore, dopo essersi seduto su una duna, si spoglia e si racconta. Raccontando a sua volta.

Sembrava paradossale la nascita dell’ennesima casa editrice, in un panorama nazionale in cui il numero di chi scrive e pubblica è quasi superiore a quello di chi legge. Eppure abbiamo sentito l’urgenza di creare una nuova etichetta che sappia garantire la qualità dell’opera. Era quasi quattro anni fa. Oggi grazie a voi possiamo dire che aveva ragione Luigi Einaudi, nel suo Lo scrittoio del presidente (1956): Amante del paradosso è colui il quale ricerca e scopre la verità esponendola in modo da irritare l’opinione comune, costringendola a riflettere e a vergognarsi di se stessa e della supina inconsapevole accettazione di errori volgari.

Annunci