chi siamo

Non domandarci la formula che mondi possa aprirti,
sì qualche storta sillaba e secca come un ramo.
Codesto solo oggi possiamo dirti:
ciò che non siamo, ciò che non vogliamo.

Eugenio Montale
[Non chiederci la parola, Ossi di seppia, 1925]

Iniziamo da ciò che non siamo, quindi.

Non siamo tipografi stampatori, anche se ci avvaliamo dei migliori tipografi e dei più innovativi fornitori di materiale pubblicitario: libri, manifesti, banner, depliant, folder, flyer, volantini, brochure, ma anche bigliettini da visita fanno parte di alcuni dei prodotti necessari per fare comunicazione. I libri sono i libri, e costituiscono il fine ultimo del nostro ramo di partenza: la casa editrice. Tutto l’altro materiale cartaceo sono mezzi: i mezzi attraverso cui veicoliamo messaggi, elaborati seguendo le singole strategie di mkt e comunicazione.
Non siamo allestitori, anche se ci avvaliamo degli allestitori più veloci e preparati per ogni tipo di allestimento possibile: dai fondali per convegnistica all’allestimento di palchi, aree vaste per eventi, meeting, spettacoli.
Non siamo operatori video, né registi, né montatori, anche se tra i nostri collaboratori ci sono i migliori tecnici audio video, cui affidiamo la parte tecnica della realizzazione di riprese, spot, cortometraggi, documentari, programmi radiofonici e televisivi, trailer, promo.
Non siamo fotografi, ma  abbiamo nel nostro portfolio i migliori fotografi del territorio, regionale e nazionale.

Non siamo tante altre cose: non siamo editori a pagamento, non siamo pubblicitari one shot, di quelli che prendono un lavoro con l’unico scopo di arrivare a fatturazione, non siamo venditori di fumo.

Crediamo che comunicare continui a significare, come nella sua accezione di derivazione latina, mettere in comune (commune, he compie il suo dovere con gli altri, composto di cum, insieme e munis, ufficio, incarico, dovere, funzione). “Consapevole delle proprie responsabilità e forte del proprio ruolo, la comunicazione è un’espressione sociale, un mettere un valore al servizio di qualcuno o qualcosa fuori da sé: non basta pronunciare, scrivere o disegnare per comunicare; la comunicazione avviene quando arriva, quando l’espressione è compresa e diventa patrimonio comune per la costruzione di una discussione, di un sapere, di una cultura”.

E siamo tutto ciò che serve per rendere il valore di ogni azione (o prodotto, o servizio, o obiettivo) il fulcro di una comunicazione efficiente ed efficace, costruendo insieme le migliori strategie di marketing. Siamo snelli, lavoriamo con e per l’innovazione, con una messa in rete di professionisti che non hanno bisogno di timbrare il cartellino per dare il massimo. La rete e le nuove tecnologie ci permette di avere sempre il massimo, in tempo reale.

Siamo nati come casa editrice a metà 2011, ed abbiamo iniziato (ma per molti di noi dovremmo dire continuato) a fare comunicazione per i nostri titoli. Ci siamo trovati spesso a fare comunicazione anche per terzi. Ed abbiamo deciso, a inizio 2016, di creare un secondo ramo interno. Si chiama SRed, è la parte di Strategic Mkt & Communication [and more] che opera accanto alla casa editrice, permettendole di sopravvivere senza abdicare alla tristissima consuetudine dell’editoria a pagamento.
Siamo sempre noi, con gli stessi obiettivi. Che ben ci ha indicato Novalis: quelli della “vera comunicazione”.

cropped-testata-sito-sred-2016ottobre-11.jpg

Annunci