Paola Bottero

Paola Bottero profili Facebook – TwitterLinkedin – 

Giornalista, consulente di mkt territoriale e di comunicazione pubblica e strategica, narrattrice, editrice, autrice di programmi, conduttrice. Ma soprattutto persona.

Nata a Torino il 26 novembre 1967, dal 2000 ha scelto la Calabria come terra d’adozione. Vive tra Roma e Reggio Calabria.
Scrive per sopravvivere, “molto più importante dello scrivere per vivere”. Nel mondo della comunicazione, in cui si muove con ottimi risultati da oltre 25 anni, sperimenta costantemente. Anche in radio e tv: da autrice e conduttrice radiofonica e televisiva (Ossi di Seppia con Marisa Larosa, aM#CalabriaOLTRE la notizia e YOUtourING con Alessandro Russo). Per un anno alla direzione di rete di VideoTouring, lasciata per nuove sperimentazioni.

Cinque le opere di narrativa: i romanzi ius sanguinis (Città del Sole, Rc, 2009), bianco come la vaniglia (STORIE, sabbiarossa, Rc 2011), carta vetrata (STORIE, sabbiarossa, Rc 2013), ‘Ndranghetown (fantanoir per Inchiostro Rosso, AgenziaX, Mi 2011), Faceboom (STORIE, sabbiarossa, Rc 2015), 18 vite incatenate ai tempi dei social.
Ha scritto, oltre a numerosi saggi tecnici per corsi universitari, due libri inchiesta a più mani: con Alessandro Russo il diario senza targa (RIFLESSIONI, sabbiarossa, Rc, 2012), viaggio nella buonavita della Calabria; con R. Arena, F. Chirico, C. Riso, A. Russo, la ’ndrangheta davanti all’altare (IMPRONTE, sabbiarossa, Rc 2013), prima raccolta organica sui rapporti tra Chiesa e mafia in Calabria.